Dopo aver sperimentato viaggi in auto, in moto, in bicicletta, in camper ed in barca, abbiamo voluto provare un ulteriore modo di viaggiare: il bus.  Il nome Flixbus è ultimamente diventato sinonimo di viaggio in autobus e l’azienda tedesca si è trasformata in pochi anni da start up a leader europeo della mobilità in bus, oggi sulla bocca di tutti coloro che sono incuriositi da questa modalità di trasporto.

I loro servizi sono ormai molto conosciuti ed abbiamo voluto testarli personalmente, per avere un’idea più chiara di cosa offrono e di come sia, in concreto, muoversi in bus.  In questo articolo vi parleremo meglio di Flixbus, delle modalità di prenotazione, di ciò che si può trovare bordo dei loro mezzi e della nostra esperienza con l’azienda. Più in generale vedremo quali sono i pro e contro di viaggiare in autobus.

Chi è FLIXBUS

Flixbus è una giovane  società fondata a Monaco di Baviera nel 2011 da tre giovani imprenditori: André Schwämmlein, Jochen Engert e Daniel Krauss. Flixbus si è proposta da subito come una fusione tra azienda di trasporti e start up tecnologica ed in pochissimo tempo è stata in grado di creare la rete di autobus intercity più estesa d’Europa.  Ha lanciato la sua prima tratta nel febbraio 2013  in Germania e nello stesso periodo la fusione con un’altra società, la MeinFernbus le ha permesso di diventare leader incontrastato del suo settore sulle tratte tedesche. Nel 2015 è iniziata l’espansione a livello internazionale dell’azienda, e sono state create reti domestiche ed internazionali che hanno collegato moltissimi paesi europei tra cui Italia, Austria, Francia, Paesi Bassi e Croazia, Spagna, Scandinavia, etc, fino ad arrivare nel centro-est Europa.  

Ad oggi Flixbus vanta più di 2’000 destinazioni in oltre 30 paesi e più di 350’000 collegamenti al giorno tra le città europee.  Oltre ad un team di oltre 1000 dipendenti e partnership con PMI locali per la gestione della flotta.  E più di 100’000’000 di passeggeri all’attivo.   

Insomma, una crescita spaventosa ed un successo folgorante.

COME PRENOTARE un VIAGGIO CON FLIXBUS

Il concetto di mobilità di Flixbus si discosta un po’ da quello tradizionale, e la componente tecnologica e di software e app che offre la rendono decisamente più moderna che il consueto viaggio in pullman. Il loro sito web è infatti molto facile da navigare ed offre ogni tipo di informazione utile alla pianificazione del proprio itinerario.  Stessa cosa possiamo dire dell’app mobile Flixbus, ben fatta, intuitiva e molto comoda.

I biglietti Flixbus sono acquistabili sia attraverso il sito web che tramite app. Sono inoltre disponibili anche offline presso alcune agenzie autorizzate ed possono essere acquistati anche last minute direttamente dal conducente, a seconda ovviamente della disponibilità a bordo.

IL SITO FLIXBUS: PRENOTARE O LASCIARSI ISPIRARE?

Tramite il website flixbus.it possibile infatti avere una panoramica generale delle loro innumerevoli tratte, e selezionare e prenotare quella desiderata con pochi semplici passaggi semplicemente digitando punto di partenza e di arrivo e lasciandosi guidare dal sistema lungo l’inserimento dei dati del viaggiatore richiesti fino alla fase finale di pagamento.

In alternativa, esiste un’opzione, Destinazioni da Scoprire che permette di usare Flixbus come suggeritore della prossima meta. Se si ha voglia di essere ispirati, è possibile infatti farsi consigliare da Flixbus la propria destinazione futura in base alle proprie preferenze. Si ha voglia di curiosare tra mercatini di natale? Oppure di scovare i migliori parchi di divertimento in Europa? O ancora di sapere quali sono le mete migliori per un viaggio gastronomico?  Basta cliccare sulla tipologia di tour desiderata e Flixbus proporrà le migliori mete a tema, in ordine alfabetico.

O ancora, con l’opzione “Scopri” impostando il proprio paese di partenza si può verificare quali sono le linee disponibili che lo collegano con gli altri paesi europei e programmare il prossimo viaggio in base alle combinazioni possibili.  Quando si seleziona la propria città italiana di partenza inoltre vengono fornite parecchie informazioni sui servizi Flixbus in quel luogo, come l’ubicazione delle banchine di partenza o quali sono le tratte maggiormente frequentate in partenza da lì (un altro modo per lasciarsi ispirare insomma).

Per ogni città o destinazione che Flixbus ha a sistema è inoltre disponibile una breve guida di viaggio, con le principali attrazioni e informazioni utili.

CREARE IL PROPRIO PACCHETTO DI VIAGGIO

Al momento della prenotazione del proprio itinerario si possono effettuare diverse scelte, per creare il pacchetto più adatto alle proprie necessità.  E’ possibile infatti gestire e scegliere:
– tratta, date di andata e ritorno, numero di passeggeri (e di biciclette) trasportate
– se effettuare cambi lungo la tratta o se si preferisce un viaggio diretto
– la fascia oraria di partenza e arrivo
– le fermate di partenza e arrivo all’interno della città selezionata
In base alle impostazioni scelte poi si avrà a disposizione la lista di bus disponibili con i relativi orari e prezzi.
E’ inoltre possibile optare per il posto a scelta libera oppure scegliere il proprio sedile preferito ad con una piccola fee aggiuntiva, tra normale, panoramico o con tavolo (sui mezzi dove è disponibile).

INFORMAZIONI SUI BAGAGLI

Nella tariffa di base è compreso un bagaglio da stiva di dimensioni massime 80x50x30 cm con un peso totale di 20 kg – che si deve etichettare con il proprio nome e indirizzo, e lasciare nel bagaggliaio del bus – ed 1 bagaglio a mano  di massimo 42x30x18 cm e 7 kg. Per il trasporto di bagagli aggiuntivi o speciali si hanno ovviamente delle maggiorazioni di prezzo.

MODALITà DI PAGAMENTO

Il pagamento può essere effettuato con carta di credito, Google Pay o Paypal ed una volta conclusa la procedura si riceve via mail la propria prenotazione, con tutti i dettagli relativi ad orario, stazioni, numero di tratta e info sul passeggero.   Se ci si è registrati al sito o si prenota tramite l’app, la prenotazione la si troverà inoltre sempre disponibile nella propria area riservata.

muoversi in autobus: UN’ESPERIENZA FLIXBUS

La nostra prima esperienza Flixbus è stata la tratta Milano – Torino andata e ritorno. Abbiamo sperimentato questa per noi nuova modalità di trasporto per un’occasione speciale: la nostra prima visita alla magnifica città di Torino, capitata in occasione dell’evento Vendemmia a Torino. Invitati a partecipare alla manifestazione, abbiamo voluto unire risparmio, comodità e novità utilizzando un autobus per muoverci verso la nostra destinazione. Tenendo in considerazione anche il tema dell’evento -il vino – si è unito un ulteriore vantaggio a quelli elencati, ovvero la sicurezza, dato che abbiamo potuto gustarci innumerevoli etichette del territorio piemontese, potendo contare poi sul fatto di non doverci mettere alla guida a fine giornata. Non male come pro.

Uno dei principali punti di forza di spostarsi in bus è ovviamente l’economicità di questo tipo di mezzo. I nostri due biglietti andata e ritorno ci sono infatti costati solamente 23€.  La tratta di poco meno di due ore di percorrenza ci ha inoltre dato modo di buttarci in nella nostra avventura in bus sicuri che, bellissima o da dimenticare, sarebbe in ogni caso durata poco 🙂  Abbiamo invece con piacere constatato che il viaggio decisamente piacevole, senza intoppi e super comodo, sarebbe potuto durare ben più di due ore.

La nostra stazione di partenza è stata Lampugnano e siamo arrivati a Torino in Corso Vittorio Emanuele. Abbiamo voluto partire molto presto al mattino per riuscire a goderci la città sabauda prima dell’inizio degli eventi legati alla Vendemmia, così attorno alle 06:00 eravamo già pronti alla banchina di Lampugnano in attesa del nostro bus.

VIAGGIARE IN BUS: I SERVIZI A BORDO DI FLIXBUS

Il punto forte del viaggiare con mezzi come aereo, treno o bus su medie-lunghe tratte è la presenza di molteplici servizi a bordo capaci di rendere il viaggio piacevole e di permettere inoltre un’ottimizzazione del tempo, importante specialmente se si viaggia per lavoro (o se si è come noi cronicamente iperattivi e con cento progetti in porto in contemporanea :D).  Quali sono i principali servizi a bordo della flotta Flixbus?

  • Wi-Fi gratuito a bordo
    La connessione wi-fi è disponibile a bordo di tutti gli autobus della flotta: una comodità infinita per chi in viaggio vuole navigare su internet, guardarsi dei video, rispondere a mail, lavorare o semplicemente intrattenersi con ogni tipo di distrazione da viaggio.
  • Prese di corrente
    Ogni sedile ha a disposizione la sua presa di corrente, altro plus degno di nota, perché permette specialmente sulle lunghe tratte di non restare a corto di batteria con il proprio smartphone, tablet o laptop. 
  • Sedili confortevoli 
    Un dettaglio non indifferente dei bus Flixbus è che le loro sedute sono decisamente comode. Per noi il viaggio è durato solo due ore, ma durante percorrenze lunghe questo particolare può fare la differenza. 
    Oltre a ciò lo spazio tra le file di sedili è sufficiente per non sentirsi schiacciati, riuscire a stendere le gambe e  godersi il tragitto in serenità. Gli schienali sono regolabili così i più oziosi possono provare a fare un sonnellino 🙂 
  • Toilette a bordo
    Ebbene sì, ogni autobus Flixbus è dotato di toilette.  Sembra impossibile farci stare un bagno su un autobus? Eppure c’è, completo di WC e lavandino. Non potrebbe essere altrimenti dato che l’autista non si ferma certamente ogni qual volta un passeggero dovesse avere un’esigenza impellente.
  • Bevande e snack
    Sulle tratte internazionali più lunghe è possibile acquistare snack e bevande direttamente dall’autista. Non abbiamo avuto modo di testare questo servizio, ma è un bene sapere che esiste, nel caso le scorte di acqua e cibo finiscano prima dell’arrivo.
  • Spazio per il bagaglio I bagagli più pesanti e ingombranti andranno sistemati nell’ampia stiva del bus, mentre delle ampie cappelliere sopra la testa dei viaggiatori permettono di riporre i bagagli a mano. O le giacche, i beauty case, i sacchetti ed ogni altra cosa che non vogliate tenere sulle vostre gambe durante la corsa.
  • Flixtainment
    Su alcune tratte – non ancora su tutte – è a disposizione l’intrattenimento firmato Flixbus: collegandosi a Flixbus Wifi e aprendo l’indirizzo media.flixbus.com si ha accesso a film, musica, libri e giochi creati appositamente per intrattenere i passeggeri della società Flixbux. 

FLIXBUS: PUNTUALità e organizzazione

La nostra personale esperienza con Flixbus e la puntualità dei loro bus è stata tutto sommato positiva. Abbiamo sentito e letto che non è sempre così, ma c’è da considerare che l’autobus è un mezzo che viaggia su strada e che quindi è soggetto alle stesse leggi della fisica di tutti gli altri mezzi su strada: se c’è traffico, arrivano tardi. Ci si può aspettare che – come tutti i mezzi pubblici – non spacchino il minuto (il nostro è arrivato 5/10 minuti dopo) però niente di tragico e di non calcolabile se ci si vuole muovere su ruote. 

Grazie all’app è inoltre possibile localizzare il proprio autobus, controllare dove si trova e l’orario di arrivo previsto. Inoltre l’app fornisce supporto per trovare la banchina di partenza una volta arrivati nei pressi della fermata prescelta.  

Alcune stazioni di partenza sono ben organizzate, con banchine numerate, tabelloni luminosi che indicano gli autobus in partenza, la destinazione e l’orario (come in una stazione ferroviaria per intenderci). A Lampugnano per esempio, il punto di partenza degli autobus è organizzato in maniera efficiente e chiara. Altre fermate meno nodali invece, come quella dove abbiamo preso il bus di rientro da Torino, sono semplici fermate dell’autobus, dove è ben chiaro il luogo di raccolta dei passeggeri, ma non ci sono tabelloni luminosi o diverse banchine. C’è però una biglietteria a pochi metri dove è possibile chiedere informazioni, quindi non si è abbandonati a sé stessi in  ogni caso. 

Una nota importante
Un appunto che a noi sarebbe servita per evitare un momento di panico: i bus in arrivo riportano sul pannello luminoso frontale un numero di tratta e la destinazione finale della loro corsa, e più in piccolo alcune delle fermate intermedie. Può darsi quindi che non troverete scritta lì la vostra meta: se siete come noi diretti a Torino o a Milano ad esempio non troverete scritto “Torino” o “Milano” sull’autobus, ma una serie di fermate europee e una città finale di arrivo. La vostra fermata insomma è solo una delle infinite tappe in lunghissime tratte di percorrenza internazionale. Ciò che dovrete controllare su voglio biglietto per essere sicuri di prendere il bus giusto è il numero di tratta, che sarà qualcosa come N424 o N402.
In caso di dubbi ovviamente potete chiedere agli autisti, per non ritrovarvi a Zagabria quando eravate diretti a Bruxelles 🙂  Sembrerà un’informazione scontata ma abbiamo visto più di una persona in panico sulla banchina che non sapeva quale fosse l’autobus giusto 😉   

VIAGGIARE IN AUTOBUS: IL COMFORT IN VIAGGIO

Una delle cose che più ci ha colpiti nel nostro viaggio in bus con Flixbus è stato il comfort in viaggio. Siamo sì, abituati a viaggiare nei modi più avventurosi e low cost, ma quando abbiamo preso il nostro autobus per Torino non eravamo propriamente in modalità backpackers, bensì diretti ad un elegante fiera del vino. Eravamo infatti un po’ preoccupati di comfort, pulizia e compagnia a bordo.  Tutti aspetti che ci hanno invece più che soddisfatti.  

Essendo il viaggio è iniziato all’alba le luci del mezzo sono state tenute soffuse fino a che non si è fatto giorno, accompagnando quindi sia chi voleva riposare prima di arrivare a destinazione ma dando l’opportunità invece a chi aveva voglia di leggere o lavorare di farlo utilizzando le lucine di servizio.

La guida è stata fluida e per niente nervosa, o troppo spericolata. A bordo di un enorme autobus poi si sentono davvero poco se non per niente buche o sconnessioni della strada. 

I passeggeri sono stati silenziosi e non c’è stato per nostra fortuna nessun personaggio da Oscar troppo irrispettoso degli spazi comuni o rumoroso o in ogni caso impegnato a farsi mal volere dai malcapitati compagni di avventura. Questa però è stata solo fortuna 🙂 

VIAGGIo in BUS: PRO E CONTRO

Tirando le somme, quali sono quindi i pro e contro del viaggiare a bordo di un autobus come quelli di Flixbus? Facciamo un breve riassunto.

I PRO DEL VIAGGIARE IN BUS 

  • Il prezzo è sicuramente uno dei principali vantaggi del viaggiare in autobus. Ultimamente abbiamo confrontato i prezzi di diverse tratte comparandone il costo in treno, bus e auto privata e non ci sono paragoni, i prezzi dei bus sono stracciati rispetto agli altri.  Ovviamente un prezzo basso corrisponde a qualche svantaggio (non si può volere tutto) ma se il proprio obiettivo è quello di spostarsi risparmiando, muoversi in bus è sicuramente la scelta giusta.
  • La comodità è un’altra delle caratteristiche che contraddistingue il viaggiare in bus. Non tanto intesa come flessibilità o autonomia di gestione, perché quella data dai mezzi privati è imbattibile, quanto la comodità di poter evitare l’onere della guida, o di poter evitare di mettersi al volante se si è stanchi, se si ha bevuto qualcosa di troppo, se non ci si sente nelle migliori condizioni insomma per farlo. Per quanto i viaggi in bus siano in genere un po’ più lenti, si arriva a destinazione comunque più freschi e riposati.
  • Si può ottimizzare il tempo. In auto che si sia al posto di guida o in quello dei passeggeri, non è proprio comodissimo mettersi a lavorare su un laptop o scrivere qualcosa a mano, per esempio. La fluidità del viaggio in bus ed i suoi tavolini a scomparsa permettono invece di recuperare del tempo prezioso e dedicare le ore di viaggio ad attività importanti.  E se non se ne hanno ci si può dedicare invece alla più bella di tutte: dormire indisturbati fino alla meta 😉 
  • Spostarsi a bordo di un autobus permette di risparmiare anche in termini di inquinamento. Se la cinquantina di persone che possono salire contemporaneamente su un autobus, prendessero ognuna un’auto e si mettessero tutte su strada, si moltiplicherebbe il livello di inquinamento esponenzialmente.  Scegliendo il bus si prendono due piccioni con una fava: basso prezzo e rispetto dell’ambiente.

I CONTRO DEL VIAGGIARE IN BUS 

  • La prima cosa che si sacrifica optando per un mezzo condiviso anziché uno privato è la flessibilità del viaggio. Gli autobus non fanno tutte le soste che vorreste fare voi, non si fermano in autogrill per una Rustichella, non vi fanno sgranchire le gambe proprio quando ne sentite il bisogno. I servizi a bordo indispensabili per la sopravvivenza ci sono, ma bisogna essere preparati a rinunciare a qualcosa.
  • I tempi di percorrenza delle tratte dei bus sono spesso molto lunghe. Un bus viaggia a velocità inferiore rispetto ad un auto, ed inoltre effettua fermate intermedie che seppur brevi allungano il tragitto. Potete puntare insomma su un prezzo basso se non avete fretta di giungere alla fine del vostro itinerario.
  • Le stazioni dedicate agli autobus o le fermate sono spesso situate fuori città. Lampugnano per Milano per esempio non è esattamente un punto centrale, così come Corso Vittorio Emanuele non è in centro Torino. Diciamo che vale un po’ la logica delle compagnie aeree low cost, i cui aeroporti sono di sovente quelli più periferici. Non abbiamo provato ogni linea Flixbus, quindi non possiamo dire se sia una regola valida in tutti i porti. Controllate però sempre bene la distanza stazione bus – centro città.
  • Bisogna partire attrezzati quando ci si avventura in una tratta a bordo di un bus turistico. Ovvero, essere armati con il necessario per trascorrere un viaggio tranquillo: acqua quanto basta, spuntini per i più affamati, farmaci o tutto quanto possa esservi necessario, va tenuto nel proprio bagaglio a mano per averlo a disposizione quando serve. Ancora una volta, vale la stessa logica del viaggio in aereo.
  • Quando non si scelgono personalmente i propri compagni di viaggio, non si sa cosa aspettarsi. Delle volte capitano sorprese interessanti anche quando li si sceglie con cura, quindi figuriamoci quando non è così 😉 Il russatore professionista, il bambino dai decibel da record o il cafone con il piede nudo fresco di scarpa da ginnastica sono sempre dietro l’angolo. In alcuni casi o si porta pazienza, o si scatena una guerra.  O si prende la propria auto dal garage e si evitano intoppi di questo tipo.
  • Gli orari di partenza e di arrivo non li decidiamo noi. Spesse volte gli orari dei mezzi pubblici più economici sono proprio quelli più scomodi, che partono prima del sorgere del sole o che arrivano in piena notte. Non siamo comunque noi a decidere la partenza dei bus, e la puntualità anche da parte dei passeggeri è fondamentale perché il viaggio in autobus fili liscio come l’olio. 

un viaggio a bordo di un bus: CONSIGLIEREMMO L’ESPERIENZA?

Alla luce di questo elenco di vantaggi e svantaggi, consiglieremmo un viaggio in bus? Diamo un si, con riserva. Perché? Perché la nostra prima esperienza è stata più che positiva, ma un esperimento solo non è sufficiente per capire a fondo se qualcosa funziona, ci piace davvero o fa per noi al 100%. Ci piacerebbe metterci alla prova – e mettere alla prova Flixbus – su tratte più lunghe, in modo da immergerci anima e corpo nel viaggio in bus vero e proprio, quello lungo ore, quello da viaggiatore incallito, quello che ti porta verso città straniere e lontane mai viste prima, quello che anche il tragitto stesso è parte dell’avventura, tutta da vivere.

 

Voi avete mai viaggiato in autobus?  Cosa ne pensate di questo mezzo di trasporto?  

Raccontateci le vostre epopee in bus nei commenti 😉