Una Nuova Meta - Blog di viaggi di Ale & Deia
Una Nuova Meta - Blog di viaggi di Ale & Deia

Cosa vedere in Valle D’Aosta in camper: l'itinerario perfetto!

Pubblicato il 2 Settembre 2023

Aggiornato il 3 Settembre 2023

Aggiornato il 3 Settembre 2023

Se pensi alla Valle d’Aosta le prime cose che ti vengono in mente sono piste da sci e una cioccolata calda? Non farti ingannare: ti assicuriamo che questa regione è una destinazione decisamente allettante anche durante la bella stagione! Anzi, è bastato un assaggio dei suoi spazi verdi, delle sue vette, dei suoi paesini e dei suoi panorami per convincerci a estendere il nostro itinerario in camper in Valle D’Aosta di parecchi giorni, per includere più mete possibili nel viaggio.

Se, come noi, ami esplorare il mondo a bordo della tua casa su ruote (che per noi in realtà è una vera casa-ufficio da nomadi digitali) allora ecco una mini-guida per un possibile itinerario valdostano, completo di spunti, aree sosta e tracce GPS dei percorsi che abbiamo testato!

Vuoi proseguire il tuo tour anche verso il Piemonte? Scopri il nostro itinerario piemontese in camper!

La mappa dell’itinerario in Valle D’Aosta in camper

Champorcher: prima tappa della Valle D’Aosta in camper

La Valle di Champorcher si trova a circa 1400 metri di quota e fa parte del bacino idrografico della Dora Baltea. Nel cuore della vallata scorre il torrente Ayasse e il territorio è incluso dello spettacolare Parco Naturale Del Monte Avic, istituito nel 1989 e ampliato nel 2003 verso la Valle di Champorcher, fino a sfiorare così il Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Se in inverno la Champorcher è apprezzata per i suoi impianti sciistici, parte del Monterosa Ski, in estate è un paradiso per chi ama il trekking e le immersioni totali nella natura.

Cosa fare a Champorcher

Il minuscolo paesino si allunga lungo le rive del torrente e offre tutto ciò che occorre per un soggiorno tranquillo (dalla posta, alla macelleria, al negozio di alimentari, fino a ristoranti e localini dove gustare qualcosa di tipico).

Per chi ama storia e tradizioni, ci sono l’Ecomuseo della Canapa e la Torre di Champorcher, ma è soprattutto il paesaggio naturale a fungere da punto di attrazione per questa località valdostana.

  • La presenza di un'ampia area pic-nic è uno dei punti forte della zona: qui sono presenti tavoli, BBQ, bagni, lavandini e fontane, tutto l’occorrente, insomma, per trascorrere una giornata perfetta nel più totale relax (l’uso delle attrezzature richiede il pagamento di una piccola cifra, che vale la pena pagare per come l'area è tenuta in maniera impeccabile).
  • L’Ayasse offre molte possibilità a chi ama le attività “acquatiche”, come il kayak (sfruttando rapide e gole che non mancano lungo il corso del torrente) o la pesca sportiva.
  • Amante dello sport di montagna? Non mancano qui le opportunità per fare nordic walking e arrampicate, ma anche mountain bike, escursioni a cavallo tra colli e montagne e, soprattutto, del sano trekking.
  • Da Champorcher partono numerose passeggiate e per salire in quota si può sfruttare la telecabina Chardonney - Laris, parte del comprensorio Monterosa Ski.

Nota per chi viaggia con i 4 zampe: qui gli amici pelosi sono ben accetti, con guinzaglio e museruola da tenere a disposizione, noleggiabile presso le biglietterie con 2 euro e 8 di cauzione.

Le escursioni da fare con partenza Champorcher o Laris sono davvero numerose, ad esempio:

  • si può raggiungere il Lago Miserin, con annesso rifugio omonimo a 2580 metri di altitudine;
  • si può sfidare la Cimetta Rossa a quota 2500;
  • si può percorrere l’Alta Via n.2 della Valle D’Aosta, un percorso escursionistico che conduce da Donnas a Courmayeur, con 14 tappe, percorribili a piedi sfruttando numerosi rifugi e punti d’appoggio per un viaggio impegnativo ma certamente indimenticabile.
  • vicini a Champorcher e imperdibili sono anche Hone e il Forte di Bard, che sicuramente vale la pena inserire nell’itinerario!

Dove dormire a Champorcher in camper?

Di fronte all'area pic-nic si trova un’area sosta comunale che da qualche anno è gratuita: ha possibilità di carico e scarico, il terreno è erboso e la posizione è top. Non c'è elettricità, ma in compenso il parco offre fontane con acqua pura e freschissima, lavandini per lavare i piatti e anche WC.

Champorcher

Valle D’Aosta in camper: Lillaz e le sue cascate

Il paese di Lillaz si trova nella Valle di Cogne ed è posizionato a 1610 di quota, nei confini del Parco Naturale Del Gran Paradiso. Il borgo ha caratteristiche deliziosamente montane ed è sicuramente famoso per essere a due passi dalle scenografiche Cascate di Lillaz.

Cosa fare a Lillaz?

Oltre a passeggiare per le vie del paese senza meta, per apprezzare le sue architetture e assaggiare squisitezze nei suoi ristorantini tipici, è sicuramente d’obbligo fare un salto alle cascate.

  • I tre salti delle Cascate di Lillaz raggiungono i 150 metri di altezza e sono alimentati dalle acque del torrente Urtier. È facilissimo raggiungere la loro base dal centro del paese, con un sentiero pressoché pianeggiante e accessibile a tutti. Da lì parte un percorso in salita più impegnativo, che porta ad ammirare questo spettacolo della natura da mille angolazioni, dall’alto, dal basso, attraverso ponticelli e paesaggi favolosi. È possibile percorrere un itinerario ad anello di circa un’ora (segnavia n. 13-13L) con partenza e arrivo al piccolo centro abitato.
  • Si può anche proseguire verso il Lago Loie, con un trekking di un paio d’ore che arriva a circa 2350 metri di quota.
  • Una volta a Lillaz non perderti il vicino paese di Cogne, che si trova a meno di 5 km da qui.
  • Puoi anche esplorare l’adiacente Valnontey o visitare il suo Giardino Botanico Paradisia.
  • Ovviamente, sono infiniti i percorsi escursionistici tra cui puoi scegliere e i sentieri dedicati a MTB o e-bikes.

Vuoi fare un'esperienza originale? Che ne dici di un giro in carrozza nel Parco Del Gran Paradiso con pranzo tipico a conclusione del tour?

[Traccia GPS] Cascate di Lillaz e Cascate Biolet
[Traccia GPS] Lillaz - Cogne

Dove dormire a Lillaz in camper?

L’Area Sosta di Lillaz si trova vicinissima al centro del paese e alle cascate. Dispone di una trentina di posti camper, con corrente e servizio di carico/scarico.

Cascate di Lillaz

Courmayeur in camper

A 1224 metri di altitudine, Courmayeur è proprio ai piedi del maestoso, inconfondibile Monte Bianco. Con i suoi 4808 m. s.l.m. è la montagna più alta delle Alpi, italiane e francesi, nonché considerata la più alta dell’Europa Occidentale. Per questo viene anche chiamato “il Re delle Alpi” o “Tetto d’Europa” ed è una tra le 7 vette più alte del pianeta.

Il paese di Courmayeur attira visitatori sia in inverno, con i suoi impianti sciistici e la sua eleganza VIP, sia in estate, per il suo mix di frizzante aria di montagna, paesaggi, offerte enogastronomiche valdostane e vita mondana.

Cosa fare a Courmayeur?

  • Il centro storico del paese merita una visita, sia il suo lato più moderno e lussuoso, sia le viette più rurali e silenziose. Non mancano qui chiese e musei, ma anche locali e negozi dei brand più in voga.
  • La Val Veny e la Val Ferret si trovano a ovest e a est di Courmayeur ed espandono all’ennesima potenza le possibilità di escursioni nella zona. Un appunto: occhio a dove possono arrivare i mezzi privati, specialmente i camper, perché alcuni tratti finali delle valli sono percorribili solo con navette apposite (anche qui le indicazioni dicono di tenere i cani al guinzaglio e con museruola a disposizione).
  • Sport, di ogni tipo! Oltre al trekking, puoi praticare mountain bike, rafting e numerose altre attività elettrizzanti. Sulle vette della Valle D’Aosta non mancano mai le occasioni per sperimentare nuovi sport o allenarti nelle tue discipline preferite.
  • È senza dubbio imperdibile se si capita qui una salita con la Skyway MonteBianco, ovvero la funivia che sale dal paese a quota 3.466 metri sul livello del mare. L’esperienza di ascesa verticale offre un tour super panoramico sugli scenari del Re delle Alpi e svela punti di osservazione altrimenti impossibili da raggiungere. Il prezzo non è dei più economici, ma l'esperienza è senza dubbio fuori dal comune: 55€ a persona per un tragitto andata e ritorno da Courmayeur a Punta Helbronner (59.00 € se acquistato in cassa). Esiste anche uno speciale Famiglia per 2 adulti e 2 ragazzi da 8 a 17 anni a 170.00€ A/R e i pelosetti possono salire - con museruola e guinzaglio - per 7€.

Prenota subito i tuoi biglietti per la Skyway Monte Bianco, con incluso un plus niente male: una sosta pranzo tra le vette!

Noi abbiamo scelto di restare molto low budget e saltare per questa volta l’esperienza, ma quando viaggi, lavori e vivi in camper ogni destinazione non è una vera “vacanza” ma una tappa di vita che richiede un po’ di oculatezza nelle spese.

Dove dormire a Courmayeur?

Su app come Park4Night troverete segnalati diversi posteggi, che apparentemente sembrano disponibili per la sosta e occupati da diverse case su ruote. Ma dall’ufficio del turismo locale ci riferiscono che i controlli sui camper posteggiati in aree non adibite alla sosta sono particolarmente severi. Meglio optare per i campeggi o le aree attrezzate in zona.

La Thuile: l’itinerario in camper in Valle D’Aosta passa da qui

Il comune di La Thuile ha poco più di 800 abitanti ed è posizionato a circa 1450 metri di quota nel Vallone omonimo. Si trova a una manciata di chilometri dalla Francia e dallo scenografico Colle del Piccolo San Bernardo ed è definita “il lato wild del Monte Bianco”, per i suoi paesaggi ammalianti e le mille attività che consente di fare a strettissimo contatto con la natura.

Cosa fare e vedere a La Thuile?

Escursioni, sport, relax e buon cibo: il mix completo di offerte estive della Valle D’Aosta si ritrova anche qui e rende anche questa destinazione un must per chi viaggia in camper e non.

  • Tra le escursioni più belle che abbiamo avuto la fortuna di fare c’è quella verso il Lago Verney. Il bacino si trova a quota 2088 nei pressi del Colle del Piccolo San Bernardo, a circa 15 km dalla città di la Thuile a qualche centinaio di metri dalla Francia. Da lì puoi scivolare lungo le valli erbose proseguendo verso il lago di Verney Superiore o il Lago del Bisonte Perso, ma anche verso alcuni punti di interesse in territorio francese (come il panoramico Lancebranlette o il Giardino Botanico Chanousia).
  • Imperdibile è anche il Lago D’Arpy, un bacino di origine glaciale che si trova nel comune di Morgex, a circa 2066 metri di quota e a 15 minuti circa da La Thuile. Posteggiando o sostando nei pressi dell’Hotel La Genzianella (Località Colle San Carlo) si può raggiungere lo specchio d’acqua con un percorso di circa 3 chilometri, di semplice percorrenza e fattibile in circa 45-60 minuti. Nel lago si specchiano le vette imponenti e la zona è assolutamente perfetta per pic-nic, tour ad anello del lago, relax ed escursioni, come quelle verso le Cascate d’Arpy o il Lago di Pietra Rossa a 2570 metri di quota.
  • Uno dei percorsi più gettonati per chi si trova a La Thuile è quello che va dalla località La Joux alle Cascate del Rutor. Si può fare un semplice giro ad anello che raggiunge le prime cascate o proseguire per la seconda o la terza cascata (a 1850 e 2000 metri di altitudine).
  • Interessante è anche il trekking che dalla frazione di Les Granges (circa 3 km dal centro di La Thuile) porta a scoprire le antiche miniere di antracite.
  • Ovviamente, non mancano a La Thuile nemmeno un Bike Park (200 km e 1200 metri di dislivello ti bastano?), campi da calcio, tennis, calcetto, aree giochi, fun parks per i più piccoli e centri dove praticare attività sportive di ogni genere.

[Traccia GPS] Lago Verney
[Traccia GPS] Lago D'Arpy

Dove dormire a La Thuile?

Poco fuori città c’è il Camping Rutor (45.70702345648808, 6.953412819899613). Per visitare il Lago d’Arpy puoi sostare nelle vicinanze dell’Hotel La Genzianella (Loc. Colle San Carlo, 11017 Morgex AO - 45.74411323032158, 6.9942766103856195).

Invece, per ammirare il Lago di Verney non si potrebbe dormire nei numerosi spiazzi attorno al lago, ma se come molti camperisti e vanlifers scegli di farlo - a tua discrezione, rischio e pericolo - sappi che gli scenari sono favolosi e la notte ti sembrerà di abbracciare la Via Lattea (ce l’ha detto un amico 😛).

Lago Verney

Cervinia in camper, imperdibile

In un itinerario in camper della Valle D’Aosta, Cervinia non può mancare. Oltre a essere una cittadina decisamente graziosa e camper friendly, è anche incastonata a 2009 metri di quota e guardata a vista da sua maestà il Cervino, una delle vette più ambite dagli amanti della montagna, quella vera.

Servita da un’area camper comodissima, è punto di partenza per escursioni letteralmente infinite e meta che conquista ogni genere di viaggiatore.

Cosa fare a Cervinia, in estate?

  • Il centro del paese è davvero a misura d’uomo: un rilassante dedalo di negozi, ristorantini dove fare qualche assaggio di bontà locali e aree gioco per i più piccoli.
  • Da qui, l’escursione più semplice, ma irrinunciabile, è quella verso il Lago Blu, a circa 30 minuti a piedi da Breuil-Cervinia e raggiungibile con un percorso pianeggiante e adatto a tutti.
  • Cosa fare qui, se non approfittare delle opportunità di trekking e alpinismo che propone la vetta del Cervino? I suoi 4.478 metri di quota sono decisamente invitanti e gli impianti di risalita - aperti anche in estate - consentono di raggiungerne ogni angolo. Puoi sfruttare la telecabina e la funivia da Breuil-Cervinia a Plan Maison, ma anche la telecabina da Plan Maison a Cime Bianche Laghi o la funivia da Cime Bianche Laghi a Plateau Rosà. Tra i tour da non perdere, quelli verso il rifugio Duca degli Abruzzi e la vicina Croce Carrel, il Lago Goillet, il rifugio Teodulo, il Bivacco Bobba o il ghiacciaio del Plateau Rosà. ⠀
  • Vorresti fare equitazione, mountain bike, parapendio, qualche tiro a golf, una partita a tennis o visitare qualche museo locale? Qui puoi.

[Traccia GPS] Cervinia - Lago Blu

Dove dormire a Cervinia in camper?

L’Area Sosta Camper di Breuil-Cervinia è a 10 minuti dal centro e costa solamente 7.80€ al giorno, con carico e scarico. Comoda e spaziosa, tra i suoi plus ha anche la vicinanza con il Lago Blu, che è a soli 15 minuti di cammino.

Hey, ti ricordi di proteggere al sicurezza delle tue esplorazioni? Dai un'occhiata alle polizze Heymondo, sono fatte su misura per ogni tipo di viaggiatore (e puoi avere uno sconto del 10% per essere lettore di Una Nuova Meta)!

Tappa a Champoluc nel tour in camper in Valle D’Aosta

Nel cuore della Val D’Ayas si trova la località di Champoluc, posizionata strategicamente ai piedi del Monte Rosa. Se in inverno qui è d’obbligo sfruttare gli impianti e le piste da sci, d’estate si spalanca un’enorme scelta di alternative. Noi ci siamo fermati in città per quache giorno, sfruttando un'area sosta gratuita per esplorare la zona e lavorare (a proposito, ma che lavori fanno i nomadi digitali?!).

Cosa fare a Champoluc?

  • Prendi la telecabina Champoluc - Crest (10€ A/R, pelosetti gratis, dotati di guinzaglio e museruola a seguito, noleggiabile in loco). Una volta lì, vai alla ricerca del Lago di Saler Inferiore, del Lago di Saler Superiore, del Lago Contenery e del Lago Ciarcerio. Li troverai tutti uno dopo l’altro lungo lo stesso percorso e sul tuo cammino incontrerai anche il Rifugio Baita Belvedere: fermati qui per un assaggio di polenta concia e altri piatti valdostani e quella che viene definita dal gestore la “birra artigianale più buona del mondo” (era effettivamente molto buona). Vuoi un assaggio dei paesaggi che potrai trovare? Dai un'occhiata al reel su Champoluc!
  • Con gli impianti Monterosa Ski si può raggiungere anche Ostafa, da dove partono escursioni interessanti, come quella verso i Laghi Pinter (2689 m.s.l.m.).
  • Perfetti per una gita sono anche il Laghetto di Brusson (zona, però, assolutamente non dog-friendly, perché i cani qui non sono ammessi nel parco che circonda il lago) o il sentiero che, percorrendo semplicemente tutto il bellissimo Parco Plan Villy, raggiunge Frachey e il piccolo paese di Saint-Jacques-des-Allemands.
  • Gettonata anche la scarpinata fino al Lago Blu (a 2220 metri di quota), una delle escursioni più frequentate della Val D’Ayas: lo si può raggiungere in circa 2 ore partendo da Saint Jacques (1689 m.s.l.m.) con un dislivello di 550 metri, ma percorribile senza troppe difficoltà.
  • Se cerchi solo relax, il Centro SPA Monterosa è l’occasione per regalarti percorsi benessere, massaggi e trattamenti olistici di qualità, con vista sulle vette.

[Traccia GPS] Crest - Lago Ciarcierio

Dove dormire a Champoluc in camper?

L’Area Sosta Camper Champoluc è gratuita. Non dispone di alcun servizio, ma è vicina al Torrente Evançon e al bellissimo Parc Pique-Nique Plan Villy, nonché comodissima per raggiungere fontanelle, bar, supermarket, farmacia e l’impianto di risalita Monterosa Ski. Non lontana, c’è anche l’area sosta a pagamento: 20€ al giorno o 5€ per il camper service.


Cosa manca alla Valle D’Aosta per essere una mete ideale per un viaggio in camper? A noi è sembrato abbia davvero tutto ciò che occorre per esperienze da favola!

Potrebbero interessarti anche:

Condividi su:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

P.IVA 03786940126