Una Nuova Meta - Blog di viaggi di Ale & Deia
Una Nuova Meta - Blog di viaggi di Ale & Deia

Un biglietto sola andata: cambiare vita si può

Pubblicato il 21 Febbraio 2018

Scrivo queste righe seduta alla scrivania del mio monolocale con vista su case in pietra dai tetti piatti. Il beige è il colore che la fa da padrone in questo paesaggio e dal cielo plumbeo  si sta ritagliando il suo spazio qualche raggio di sole, che rende il beige dorato e luminoso.

Mi trovo sulla costa di una piccola isola dove diverse culture si fondono e si miscelano creando un luogo dal carattere unico. Sento parlare molte lingue diverse, in questo melting pot di identità. Sento le stesse persone che parlano tra loro in una lingua a me incomprensibile e che poi si rivolgono a me in inglese. Uscendo di casa in qualunque direzione mi diriga, incontro dopo pochi passi il blu meraviglioso del mare, sferzato dal vento ad ogni ora del giorno e della notte.

Dove mi trovo?
Sono a Malta.

Per quanto tempo starò qui? 
Non ne ho idea ed è una cosa che mi emoziona fin nel profondo e fa vibrare ogni cellula del mio corpo.

Cosa ci faccio qui?
Non lo so con estrema precisione e sento perciò spalancarsi davanti a me un infinito mondo di opportunità, possibilità ed avventure. So solo che sono qui perché ho finalmente realizzato uno dei miei sogni più grandi: acquistare un biglietto aereo senza data di ritorno.

Cambiare vita con un biglietto sola andata

Un biglietto sola andata. Quando sono magiche queste parole? Quanto significato racchiudono dentro di loro? Se qualcuno ha mai fatto lo stesso salto nel vuoto, potrà capire di cosa parlo. Potrà capire l'emozione unica e infinita che si prova, il senso di libertà che senti nascere nelle viscere e che invade il tuo corpo, la tua mente, l'intera anima.

Quella sensazione unica di salire su un aereo stringendo tra le mani un biglietto che ti porterà dal comfort di ciò che conosci come "casa" ad una destinazione che per quanto scelta, desiderata e sognata resta qualcosa di totalmente sconosciuto. Quando si parte per un viaggio, di piacere o di lavoro esso sia, generalmente si conoscono esattamente la data di partenza, la data di ritorno, il numero esatto di giorni che ci separeranno da casa. È rassicurante. Le certezze sono per la maggior parte di noi un balsamo per l'anima, qualcosa di definito in un'esistenza che ha già intrinseche in sé fin troppe incertezze.

Un biglietto sola andata, invece, ti toglie ogni punto fermo.

Fare le valigie, mollare tutto e partire decidendo di buttarsi in un'avventura dai contorni totalmente indefiniti, di lanciarsi nel vuoto alla ricerca di fortuna in un paese straniero, ti azzera ogni sicurezza ed è qualcosa di assolutamente sensato e completamente folle allo stesso tempo. 

È qualcosa che riesce a dare vita ad un universo di sentimenti opposti ed estremi, ad una tempesta di emozioni che fa sentire come nel mezzo di un uragano. La gioia più pura e la paura più grande. La felicità con la F maiuscola e l'insicurezza più totale. La sensazione di libertà estrema ed il totale disorientamento. Qualcosa che ti fa sentire una foglia trasportata dal vento, che ha scelto da sola di staccarsi dal suo ramo e farsi soffiare in alto leggera ma che si ritrova poi a soffrire di vertigini.

È bellissimo. È terrificante. È una droga potentissima. È esattamente ciò che desideravo sentire.

Cambiare vita è possibile: l'origine della scintilla

Penso che ognuno di noi sia dotato di istinti, di attitudini, di desideri diversi, magari complicati e certamente potenti, capaci di guidarci e di spingerci nella direzione del nostro destino. Alcuni sono innati in noi, alcuni vengono plasmati dalle nostre esperienze e dalle persone che incontriamo lungo il cammino. Capita a volte che certe esperienze o persone che il fato mette sulla nostra strada facciano scoccare dentro di noi delle scintille, apparentemente innocue ma che crescono sempre più forti e che non è più possibile spegnere in alcun modo.

Una di queste scintille per me è senza dubbio scoccata in Australia, parecchi anni fa:  il primo "viaggio" con la V maiuscola,  il primo lungo periodo all'estero in un luogo così lontano da casa, un'immersione totale di vita, lavoro, quotidianità in un paese straniero.

Un'avventura indescrivibile, fatta di sensazioni uniche e persone incredibili con bagagli pieni di vite fantastiche da raccontare. Per la prima volta nella vita in quei mesi trascorsi nella terra dei canguri ho davvero percepito l'esistenza di tutto un mondo attorno a me, attorno al mio minuscolo universo. Un gigantesco spazio da scoprire. Non l'ho solo sentito dire, ma ne ho davvero avuto consapevolezza.

Ho inoltre scoperto una comunità di avventurieri, di coraggiosi esploratori che prima di me avevano avuto questa illuminazione e che non avevano potuto fare a meno di lasciare le loro case e scegliere di conoscerlo davvero, questo immenso mondo, assaporarlo appieno, esplorarlo in lungo e in largo, conoscerne le sfumature, i profumi, viverlo in prima persona.

Persone per cui il concetto di casa, famiglia e relazioni era molto sfumato, in una maniera incredibilmente positiva e per me straordinariamente affascinante: un sacco a pelo era sufficiente a fare di un luogo mai visto prima la propria dimora, due chiacchiere con uno sconosciuto capaci di farne l'amico del cuore ed il condividere un pezzo di strada insieme poteva assolutamente bastare per sentirsi fratelli e sorelle in un'unica gigantesca famiglia.

Relazioni genuine, solidarietà, voglia di scoprire l'altro e l'altrove con sincerità.

Una volta tornata a casa, quei ricordi non mi hanno abbandonato, impossibile dimenticare  sensazioni così profonde ed autentiche. La voglia di scoperta e la curiosità sono impossibili da tenere a bada, ma gli impegni -prima di studio e poi di lavoro - mi hanno tenuta ferma nello stesso luogo per diversi anni.

Di recente però una serie di coincidenze ed eventi fortuiti mi hanno permesso essere libera da vincoli e di poter riaprire, finalmente, il cassetto dei desideri più veri: il passo dal sognare "Voglio cambiare vita!" all'acquistare un volo di sola andata è stato davvero breve 🙂

Qualche preparativo, qualche bagaglio per Malta da organizzare, qualche documento da produrre ed eccomi qui, nel mezzo del Mediterraneo.

Vista panoramica sulle Tre Città, Malta

Un salto nel vuoto, direzione Malta

Sono qui, nell'arcipelago maltese, assieme alla mia dolce metà ed essere qui in due significa essermi "portata da casa" almeno una delle certezze della vita 😉  Malta è entrata nei nostri pensieri dopo aver valutato per questa nostra fuga all'estero decine di altre destinazioni, europee e non.

Ci è sembrato un mix quasi perfetto di ciò che stavamo cercando:  clima mite, possibilità lavorative, moderata distanza dalle famiglie.  Siamo qui da quasi due settimane ed in questi giorni siamo immersi nel fantastico clima internazionale di una scuola di inglese.  Le persone che abbiamo conosciuto, le storie che abbiamo sentito, i sorrisi dipinti su volti di mille colori, ciò che abbiamo imparato finora valgono già l'intera scelta di venire fino qui. E siamo solo all'inizio di questa splendida avventura da expats.

Lo studio della lingua, la ricerca di lavoro e la ricerca di un posticino dove alloggiare per qualche tempo si alternano all'esplorazione di questo nuovo meraviglioso luogo del mondo e di questa nuova cultura tutta da scoprire.

Quanto resteremo? Quando e dove ci sposteremo dopo? Sono informazioni che non abbiamo e va bene così 🙂

I giorni qui sono tutti da scrivere uno per uno, attingendo da infinite idee e progetti che affollano la nostra testa.  L'emozione di avere davanti a sé una tela bianca su cui scrivere un nuovo capitolo della propria vita è indescrivibile.

Non importa quanto durerà l'avventura o a cosa porterà esattamente, l'importante è aver fatto il primo passo e sono certa che ne sarà, in ogni caso, valsa la pena.

E voi? Avete mai fatto un salto nel vuoto? 😉

Articoli correlati

24 Dicembre 2019
Tradizioni natalizie: amici expat raccontano le loro preferite

Uno degli aspetti che abbiamo sempre amato di più della nostra vita da expat è il profondo ed intenso scambio culturale che porta con sé. Un’onda travolgente di bagagli differenti, un’esplorazione infinita di punti di vista diversi dai nostri.   Vivere all’estero, immersi in ambienti multiculturali, è  fare esperienza di un’affascinante  moltitudine di culture da una prospettiva […]

8 Gennaio 2019
IL NOSTRO 2018: NUMERI CHE PARLANO DI EMOZIONI

Il gate ha aperto. L’attesa tra i controlli di sicurezza e l’arrivo delle hostess della compagnia aerea al banco del gate sembra sempre troppo lunga, ma finalmente stanno iniziando a controllare passaporti e boarding pass. E’ il pomeriggio del 31.12 e per chiudere in bellezza il nostro folle 2018 le ore precedenti la serata più festaiola dell’anno le […]

12 Novembre 2018
Cosa ci manca dell'Italia?

“Ma non vi manca l’Italia?”Ci siamo sentiti fare questa domanda infinite volte. La risposta? Dai contorni incerti.  Premessa importante, non siamo due di quelli  “scappati” dall’Italia, non siamo di quelli che sono fuggiti da qualcosa che non apprezzavano assolutamente o della schiera di chi non ci rimetterebbe mai piede. Abbiamo sempre amato il nostro paese, […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

13 comments on “Un biglietto sola andata: cambiare vita si può”

  1. Complimenti davvero! State realizzando quello che anche per noi è un sogno! Avete avuto coraggio! sarete premiati!

    1. Ciao ragazzi! Che piacere vedervi qui 🙂
      Grazie mille!!! 😉 Guarda, alla fine è davvero questione di...buttarsi! Ci siamo trovati in una situazione in cui ci siamo detti "ora o mai più" e ci siamo lanciati in questa esperienza 😉
      Come dite anche voi, i sogni vanno inseguiti, non si può aspettare di perdere giorni dietro a faccende che non ci interessano, o tempo in attività che servono solo a "riempirlo" 🙂

      Dai dai...aspettiamo anche il vostro salto nel vuoto!
      Baci!

  2. Con qualche giorno di ritardo rispetto alla lettura di questo splendido racconto di vita e coraggio, ci teniamo ad augurarvi il meglio per il vostro "salto nel vuoto". Lo facciamo, quindi, lasciandoti una citazione di Coelho, che riassume perfettamente le meravigliose parole che hai scritto:
    "Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni".
    Continueremo sempre a leggerti con curiosità e piacere! In bocca al lupo

    1. Ciao ragazze! 😉 Ma che piacere avervi qui 🙂 Grazie infinite per i vostri auguri 😉
      Ma, sapete che nell'articolo che stiamo preparando abbiamo citato anche noi Coelho? Siamo perfettamente sulla stessa lunghezza d'onda direi!
      La vostra citazione è perfetta, stiamo prorpio "correndo il rischio di vivere i nostri sogni" 😉 Vada come vada, sarà stata certamente una decisione super emozionante! 🙂

      Un abbraccio! 😉
      Deia e Ale

  3. Io non avevo mica capito che questo era il primo primissimo vostro post!
    A mio parere è uno dei più belli che abbia mai letto sul web. Dentro c'è la vita, l'emozione, la speranza. Bellissimo.
    Sapete, quando la quotidianità mi stava per forza di cose portando verso la chiusura di una porta importante nella mia vita (lavorativamente parlando) mi consolavo con quella stessa frenesia che vi sta scaldando le vene. Da una parte temevo la perdita dei punti di riferimento, temevo che non avrei trovato altre porte dinanzi a me. Poi un attimo dopo mi esaltava quel salto nell'ignoto. Sapere di avere del tempo da sfruttare in un altro modo... brividi lungo la schiena e amore puro verso la vita.
    Come ho già avuto occasione di dirvi, sono sicura che ne uscirà qualcosa di buono da questa vostra nuova avventura. Sapere che siete in due vi rende ancora più forti. Vi auguro di cuore che si apra ogni volta un portone sempre più grande. Sono felicissima e onorata di essere stata presente a questa "inaugurazione". Vi abbraccio forte.

    1. Ciao Tizzi 😉
      Mamma mia che parole stupende...sono emozionata, grazie mille di cuore, davvero :))) Sono davvero felice di essere riuscita a trasmettere tutto questo.
      Si, la speranza ed una positivissima frenesia ci stanno guidando, assieme a tanta voglia di emozioni, quelle vere.
      Capisco molto bene quello che dici, avere punti di riferimento è molto molto rassicurante, che siano la famiglia, la propria casa, il proprio lavoro o la quotidianità stessa. Quando azzeri tutto in favore di un salto nell'ignoto sai che stai chiudendo una porta importante, e non sai assolutamente cosa si aprirà di nuovo davanti a te. Nelle vene ti scorrono 50% di paura e 50% di eccitazione. Ma, come hai scritto, è poi l'amore puro verso la vita e la voglia di assaporarla che è irrefrenabile e che ti da la spinta e la carica di affrontare tutto! In due poi, è decisamente tutto più semplice e più bello 😉

      Grazie mille per il tuo incoraggiamento e i tuoi auguri 😉
      Felici anche noi di averti qui in questa "inaugurazione" virtuale. Come già sai poi...ti aspettiamo qui 😉

      Un abbraccio! 😉

  4. Un salto nel vuoto, che forse ti ha portato a compiere anche questo passo: mettere online il primo post e dare alla luce il tuo blog!
    Un post che è un inno alla speranza, alla volontà....un inno ai sogni che si realizzano. Insegui sempre questi sogni Deya, non aver mai paura di loro, né degli errori.
    Lo sbaglio più grosso è temere il proprio istinto, soffocare i desideri.
    Un abbraccio forte,
    Claudia B.

    1. Ma buonasera cara 😉 Eccoti! Aspettavo con ansia un tuo commento 😉
      Hai visto? Finalmente il blog ha preso vita! Incredibile vero? 😛 Ci ho messo un po' ma ce l'ho fatta, alla fine ho trovato il coraggio di dare vita a questo piccolo sogno! E tu sai quanto ci ho pensato su, eheh... Probabilmente troppo! Come dici tu, i sogni vanno seguiti! La paura spesso ci blocca e purtroppo ci impedisce di andare nella direzione che davvero vorremmo, verso quello che sappiamo ci renderebbe felici e che ci regalerebbe soddisfazioni infinite. La paura degli errori, la paura di buttarci. A volte preferiamo non agire piuttosto che agire e rischiare di commettere errori, ma non c'è niente di più sbagliato...
      Questo viaggio all'avventura in una nuova nazione mi ha dato finalmente la spinta giusta per lanciarmi anche in questo viaggio virtuale attraverso parole, fotografie, commenti, scambi, condivisioni... Sono certa che sarà un'avventura fantastica 😉

      Grazie mille di essere passata, grazie per le tue parole che sono - come sempre - un enorme incoraggiamento per me 🙂
      Un super abbraccio!
      Deia

  5. Questo post è davvero una bellezza. Capisco bene le sensazioni che provi, anche se non ho mai comprato un biglietto di sola andata. Mai dire mai... Di certo, essere in due è di grande sostegno. Cosa cercherai? Lo sapremo nelle prossime puntate. Ti auguro di trovare qualcosa che ti piaccia e ti convinca della tua grande scelta

    1. Buonasera cara 🙂 Ti ringrazio di essere passata di qui, una delle prime "visite" che ricevo in questo mio piccolo spazio virtuale 😉
      Grazie delle tue bellissime parole! Mi fa davvero un piacere infinito sentirle, viste tutte le emozioni che esistono dietro questo post. Al suo interno sono racchiuse due grandi salti nel vuoto: il primo è senza dubbio la decisione di spostarci qui a Malta, il secondo è l'aver finalmente pubblicato il primo articolo su questo blog, che esisteva, nascosto e silenzioso tra i miei "sogni nel cassetto". Non hai idea di che ansia nel premere il tasto "pubblica" 😉 Anzi, mi correggo, lo saprai certamente, visto che ci sei passata anche tu 🙂 Entrambe le due nuove avventure per me (e per noi) sono fonte di gioia e di ansia contemporaneamente, e per entrambe...staremo a vedere come andrà! Ti terrò aggiornata sui nuovi sviluppi 🙂
      Un bacio
      Deia

  6. Hai ragione, ne sarà comunque valsa la pena, perché tutto ciò che vivrai, nel bene e nel male, sarà sempre parte di te, di voi due.
    Ci vuole coraggio, e una sana dose di incoscienza, nell'acquistare un biglietto di sola andata!
    Un grosso in bocca al lupo!

    1. Buonasera! 🙂
      Ahah, avete ragione, ci vuole proprio una sana dose di incoscienza per fare ciò che stiamo facendo! E non ho ancora capito se siamo molto saggi e coraggiosi o solo dei pazzi! Mi piace tantissimo ciò che hai detto, mi ha fatto riflettere. Pensare che comunque andrà, ciò che stiamo vivendo resterà sempre parte di noi, come persone e come coppia, è stupendo. Qualcosa che certamente ci arricchirà tantissimo e che porteremo sempre con noi...

      Un abbraccio!
      Buona serata 🙂
      Deia

P.IVA 03786940126