Avete mai pensato di provare l’ebbrezza di un lancio col paracadute…nel cuore di Milano?
Ebbene si, proprio nel mezzo di Rho Pero è possibile sfidare la gravità e sperimentare una delle emozioni più uniche e sognate al mondo: quella di volare 🙂 Come?

Con Aero Gravity Milano,  uno spettacolare simulatore di caduta libera con il più grande tunnel verticale del mondo!

Tutto pensavo di poter fare a Milano tranne che un lancio col paracadute in centro città! 😀 Eppure guardandosi attorno con curiosità non si finisce mai di scovare esperienze favolose da sperimentare, proprio quelle da provare assolutamente almeno una volta nella vita!

Il palazzo Aerogravity svetta rosso sgargiante nel mezzo del grigio predominante della metropoli milanese. Il che fa già presagire le emozioni forti che lì dentro si possono vivere ed è perfetto simbolo della passione che c’è dietro questa idea. Un gruppo di skydiver professionisti e sognatori, che amano in maniera viscerale questo sport e che hanno deciso di regalare a tutti la possibilità di “volare”, creando un posto sicuro ed alla portata di tutti dove farlo.
L’edificio ospita un tunnel enorme alto ben 21 metri, dei quali 8 in cristallo trasparente, all’interno del quale potentissime turbine soffiano l’aria fino a 370 km/h. Un impianto energeticamente super efficiente e super performante, insomma pura tecnologia al servizio del più puro divertimento!

Appena messo piede all’interno della struttura i sorrisi stampati sui volti delle persone presenti fanno subito capire quanto l’esperienza sia incredibilmente emozionante. Sorridono tutti: chi è già nel tunnel alle prese col suo primo volo, chi attende il suo turno per “lanciarsi”, persino chi osserva da fuori scattando foto e facendo video per immortalare questo momento unico.
Il sogno di buttarsi e cadere verso l’alto è nei desideri di tutti, la voglia di sentirsi leggeri e senza vincoli, il pensiero di volteggiare liberi nell’aria come uccellini, azzerando la gravità e sentendosi per una volta senza limiti e senza confini, sganciati da ogni regola della fisica.

Io mi sono ritrovata in questo sogno a occhi aperti esattamente il giorno del mio compleanno…cosa volere di più? 😀  Ho volato letteralmente verso i 31, sospinta da un vento a 300 km orari.  Soprattutto: non ne sapevo nulla fino a che non mi sono trovata di fronte alla gigantesca insegna AeroGravity. Un regalo di compleanno a sorpresa a dir poco riuscitissimo!  Vi assicuro che se già l’esperienza è emozionante di per sé, trovarsi a viverla senza aspettarselo prima diventa qualcosa di enormemente e prepotentemente adrenalinico 😀
Consiglio: regalate questa esperienza a chiunque e non ditegli niente fino a quando non avrete raggiunto la meta. Otterrete certamente una fortissima emozione (oppure uno spavento pazzesco, chi lo sa!) ;D

Prima del lancio è prevista la “vestizione” da skydiver: tuta integrale, casco, occhiali di protezione e tappi per le orecchie (il tunnel è silenziosissimo da fuori, ma una volta al suo interno il soffiare del vento si sente parecchio). Dopodiché si passa al briefing con un istruttore che spiega le principali regole da tenere all’interno del tunnel, la tecnica di volo e i gesti codificati che userà per comunicare con noi, dato che parlare sarà impossibile.
Si entra nel tunnel uno alla volta, sempre accompagnati dall’attento istruttore che sorveglierà ogni nostra mossa per garantire la piena sicurezza del nostro inesperto volo. Nota: il volo dura in tutto due minuti, frazionati in due riprese da un minuto ciascuna, perciò davvero una manciata di secondi. Posso però dire che si fa assolutamente in tempo a farsi venire la pelle d’oca ed a diventare dipendenti da quelle sensazioni. Insomma, bastano due minuti per uscire drogati, drogati di adrenalina e di libertà.

Una volta pronti e in posizione solo una piccola porta aperta nel tunnel di cristallo ci separa da quel luogo magico dove diremo addio alla gravità per qualche istante. Arrivati sulla soglia, l’unica cosa da fare è…lasciarsi andare! Con fiducia e senza paura, lasciarsi cadere in avanti verso la sconosciuta sensazione che ci aspetta.
Ed è pura magia.
Improvvisamente ci si trasforma in foglie leggerissime sospinte dal vento, il corpo sembra perdere ogni peso, la bocca non può che spalancarsi in un sorriso a 42 denti e non si sorride soltanto, si ride proprio di pura felicità. Ci si sente come dei bambini che guidati da un PeterPan in calzamaglia marchiata AeroGravity imparano a spiccare il volo. Ogni pensiero si azzera e ci si gode tutta quell’intensa emozione. Una stranissima e bellissima sensazione.

Durante il primo minuto l’istruttore ci aiuta a stabilizzare il volo ed a assumere la posizione più corretta per volteggiare meglio. Testa su, gambe leggermente piegare, gomiti verso l’alto. Un pollice in su ci informa se stiamo facendo tutto nel modo giusto. Si surfa nell’aria a pochi metri dal suolo, trattenuti dall’istruttore (altrimenti voleremmo senza controllo a destra e a manca o troppo in alto o troppo in basso, data l’inesperienza totale).
Durante il secondo volo invece, per un’iniezione di adrenalina maggiore, l’istruttore si aggancia allo skydiver in erba di turno e con una facilità che lascia spiazzati lo trascina con sé in alto lungo il tunnel, superando gli 8 metri in cristallo e proseguendo un po’ più su. Da mozzare il fiato. Letteralmente.
Sia la salita che la discesa sono fantastiche. In quei brevi frangenti si può davvero immaginare cosa si prova a gettarsi da un aereo ad alta quota: sentire l’aria che fa attrito sul corpo, i brividi lungo la schiena, quegli attimi di apnea che accompagnano una sensazione indescrivibile e stupenda. Ci si trova a immaginare cosa si proverebbe se sotto di noi non ci fosse un pavimento ma la terra a migliaia di metri di distanza ed attorno a noi solo aria e nuvole.  Ci si trova a desiderare di sperimentare ancora più intensamente quella magnifica libertà. Chissà…forse…un lancio col paracadute non sarebbe per niente male 😉 Il pensiero rimane a gironzolare nella testa, forse solo un sogno, forse progetto per future avventure.

Sta di fatto che una volta fuori dal tunnel ci si spoglia di casco, tuta e occhialini, ma di una cosa non ci si riesce a spogliare per ore: del sorriso ebete di chi ha appena realizzato il meraviglioso sogno di volare. La mente ripercorrerà quelle emozioni ancora e ancora, per ore, per giorni, probabilmente per sempre 😉

INFO PRATICHE

  • DOVE
    Aero Gravity si trova in Via G. D’Annunzio 23, a Pero (Milano).
  • QUANTO
    Ci sono diversi pacchetti e prezzi per il volo: 39 EUR per i bambini, 59 EUR per gli adulti, ed offerte per un volo in 2 o in famiglia fino a 5 persone. Il costo cambia leggermente dai giorni infrasettimanali ( più economici) al weekend (più costoso).Se poi l’adrenalina vi prende e scoprite che lo skydiving è la vostra passione ci sono anche dei corsi per diventare pro!
  • CONSIGLI
    Importante un abbigliamento comodo e preferibilmente scarpe da ginnastica. Niente collane, orecchini e quant’altro, che vengono fatti togliere prima dell’ingresso al tunnel. Ci sono dei comodi spogliatoi con armadietti dove si possono lasciare i propri vestiti e oggetti personali prima della metamorfosi n paracadutisti indoor.
  • PLUS
    Dall’esperienza non vogliono escludere proprio nessuno 😉  Il volo è possibile fin dai 4 anni, non sono necessarie caratteristiche fisiche particolari, o background di sorta ed oltretutto la struttura è progettata interamente senza barriere architettoniche in modo che davvero chiunque possa avere l’opportunità di fare questa esperienza. Ottima ed apprezzabilissima scelta del team AeroGravity!
  • Sul sito web www.aerogravity.it potete trovate tutte le informazioni ed i dettagli che desiderate! 

E voi, avete mai sperimentato qualcosa di simile? Che sensazioni avete provato? 😉

[Per le immagini si ringrazia il super disponibile team di Aerogravity!]