La vita da expat comporta tantissimi pro, ma anche qualche contro. Uno di questi è che nelle feste comandate, come ad esempio la Pasqua, anziché trascorrere la classica giornata di pranzi in famiglia, ti trovi solo soletto – o nel nostro caso per fortuna in due  🙂 – in terra straniera. Per sopperire alla mancanza di calore familiare ci siamo rifatti con un bellissimo tour tra mare e  natura (mica male, vero? :P).  La nostra Pasqua quest’anno è infatti trascorsa in modalità “due cuori e un pranzo al sacco”, all’insegna dell’esplorazione di una delle attrazioni più famose di Malta, che ancora non avevamo visitato: la Blue Grotto, una spettacolare grotta naturale situata sulla costa sud ovest, nei pressi del paese di Wied iż-Żurrieq.   

la blue grotto: una meraviglia della natura

L’imponente arco di roccia alto circa 30 metri è una meraviglia della natura che si staglia fiera sullo scenario selvaggio,  circondata da  alte pareti rocciose, tipica macchia mediterranea e onde turchesi che gli si infrangono contro rumorose.  Un autentico gioiello.

Il nome Blue Grotto, o Grotta Azzurra,  è in realtà costituita da un intero gruppo di caverne presenti nell’area, adiacenti una all’altra e celebri per le loro acque dalle mille sfumature di verde e azzurro e la loro incredibile bellezza.  Si dice che il nome Blue Grotto sia stato scelto dopo che un marinaio britannico in visita qui negli anni ’50 paragonò questa formazione rocciosa alla Grotta Azzurra di Capri.  Le altre grotte minori hanno nomi curiosi e suggestivi: ci sono quella del Gatto, quella del Riflesso, della Finestra, di Fifla, dell’Elefante, della Luna di Miele, del Cerchio, della Blue Window.  Fanno venire voglia di scoprirle anche solo a sentirle nominare 🙂 

VISITARE LA BLUE GROTTO IN BARCA

La giornata ventosissima in cui ci capita di visitare la Grotta da un tocco di selvaggio in più al panorama, con onde fragorose e arrabbiate, la brezza che scompiglia di capelli e quella sensazione che la natura voglia ogni tanto ricordarci chi comanda, che è sempre estremamente affascinante.   Il lato negativo di questa atmosfera impervia è che possiamo ammirare la Grotta solamente dall’alto della passeggiata che la sovrasta e dalle terrazze panoramiche appositamente create per osservarla dalle angolature migliori. Non possiamo però goderci il giro in barca attraverso le grotte:  è infatti  possibile – meteo permettendo – imbarcarsi su piccole imbarcazioni maltesi che per il costo di 8 EUR a persona consentono di inoltrarsi attraverso le grotte,  osservarle da vicino e specchiarsi nelle loro acque dalle mille sfumature di blu.  E perché no, farci un tuffo 🙂  Durante tutto l’anno si può approfittare di questo tour, che è sicuramente da non perdere, se si vuole avere un punto di vista privilegiato sulla Grotta Azzurra e scattarle infinite fotografie 🙂 

Noi gironzoliamo sui costoni di roccia, immortalando la grotta dall’alto e restando minuti interminabili a riprendere video e foto, con ogni mezzo che abbiamo a disposizione, ad ogni “profilo” di questo angolo da sogno.  Nonostante viviamo qui da più di un anno ormai, non abbiamo ancora visto tutto di quest’isola: un po’ per scelta, un po’ perché si sa che quando in un posto ci si vive e non ci si passa solo in vacanza qualche giorno, i tempi si dilatano, si prende tutto con calma e distribuiscono  le perlustrazioni su tempi decisamente diversi. Fatto sta che, nonostante siamo ormai abituati ai panorami maltesi, ammettiamo che affacciarci sulla Blue Grotto per la prima volta ci ha lasciati per qualche secondo letteralmente senza fiato, per lo spettacolo magnifico che non ci aspettavamo capace di stupirci. 

A farci compagnia, vicino al punto di osservazione panoramico,  anche un falconiere, con i suoi affascinanti rapaci che “posavano”  per le foto con i curiosi turisti, bambini e non: falchi, poiane e gufi si lasciavano ammirare e immortalare, passando placidamente di braccio in braccio. (Mi chiedo sempre cosa pensino questi animaletti, lì appollaiati sui loro trespoli in attesa della prossima foto…di sicuro che siamo una specie molto strana 😀 )    

I DINTORNI DELLA BLUE GROTTO

A breve distanza dalla Blue Grotto,  il lillipuziano paesino di Wied iż-Żurrieq offre parecchia scelta di ristoranti e bar dove rifocillarsi. Noi ci incamminiamo a piedi dalla Grotta verso la costa più in basso dove sorge il villaggio e ci godiamo la passeggiata ed il paesaggio.  In perfetta modalità risparmio, ci godiamo anche il nostro pranzo al sacco, sedendoci su una panchina proprio fronte mare nel bel parchetto a terrazze in fondo al paese (su Triq Congreve):  è inutile, si ha sempre la vista migliore facendo pic-nic o campeggiando, ristoranti e hotel “sea view” non possono competere! 😛  E’ tra l’altro proprio da questa zona del paese che partono i tour in barca per la Grotta Azzurra (Blue Grotto Trips Departure Wharf, in Wied Hoxt). 

Dato il clima a dir poco impervio dopo il pranzo panoramico noi decidiamo di rientrare verso casa, ma a breve distanza dalla zona si trovano gli splendidi templi megalitici di Ħaġar Qim e quelli di L-Imnajdra, raggiungibili a piedi in circa mezzoretta di cammino che varrebbe davvero la pena di unire alla visita 🙂
Dato che Malta è una bellezza in formato tascabile, vale la pena anche annotarsi che che le interessanti Ghar Dalam Caves sono a un quarto d’ora di auto da lì, il porticciolo di Marsaxlokk invece a una ventina di minuti. Oppure che se siete dei camminatori incalliti, dopo aver visitato la Grotta e i templi di Ħaġar Qim potreste raggiungere le Dingli Cliffs proseguendo a piedi lungo la costa (i chilometri sono tanti, ma la bellezza della costa ovest altrettanta 🙂 ).   Ah, per ovvi motivi – di spettacolarità e trasparenza delle acque – la zona della Blue Grotto è anche famosa per il diving e lo snorkeling 🙂

Insomma, una visita a questa parte di Malta vale decisamente la pena!

COME RAGGIUNGERE LA BLUE GROTTO

Le linee 201 e 74 servono la zona della Blue Grotto. La 74 parte da Valletta a Zurrieq, mentre la 201 va da Mdina all’aeroporto passando per la costa ovest.  Le fermate in zona sono:  Panorama se volete fermarvi proprio sulla terrazza panoramica per ammirare la grotta dall’alto, oppure Grotto se volete arrivare direttamente a Wied iż-Żurrieq, vicino al punto di partenza dei tour in barca.  

Avete mai visitato la Blue Grotto?  Qual è la “grotta” nel mondo che ci ha più colpito? 
Fatecelo sapere, siamo curiosi!  😉